Gli incontri di Arles – Festival annuale della fotografia
Il festival, un punto di riferimento internazionale per la fotografia, è stato fondato nel 1970 dal fotografo Lucien Clergue Arles, dallo scrittore Michel Tournier, e dallo storico Jean-Maurice Rouquette.

Attraverso più di 50 mostre installate in diversi luoghi patrimoniali eccezionali di Arles, gli incontri di Arles, ogni estate si ha l’intenzione di contribuire a trasmettere il patrimonio fotografico mondiale e inoltre, il crogiolo dell’arte contemporanea va alla scoperta di giovani fotografi di talento.
Attraverso un programma esigente e destinato al grande pubblico, tra reportage e ritratto, attraverso la pubblicità, installazioni o grandi collezioni, negli incontri diArles, si esplorano temi di attualità nel campo della fotografia, che dimostrano la potenza di questo mezzo, e l'importanza della figura del fotografo testimone del mondo che lo circonda.
Si va alla continua ricerca dell'immagine fotografica da inclinare, con procedure di rinnovo, che si avvicinano al soggetto fotografato e alle sue forme plastiche. Essere a conoscenza dell'uso di nuove tecniche, offrire a tutto il pubblico un'altra concezione della mostra fotografica, di un vero e proprio rapporto con l'immagine.
Questi sono i compiti degli incontri di Arles.

Siate i benvenuti a Estelle in Camargue. Buona cucina, camere confortevoli, eleganti e raffinate. Accoglienza attenta. Da qui l'atmosfera di una ospitalità complice. Garanzia di un piacevole soggiorno.

Gestire con il cuore e un sorriso genuino. E il motto, la filosofia della nostra scuola e del suo team,attivamente supportato e accompagnato dal proprietario, Philipp Genner (Regista) e Sven Fuhrmann (Chef). Gestire perché questi tempi ci richiedono di ben vegliare, al fine di garantire non solo il benessere dei nostri ospiti, ma anche la gestione economica di una impresa di ospitalità. Con il cuore, perché mettiamo sempre il concetto di ospitalità e di rapporti umani al centro della nostra professione che viviamo con passione. Con un sorriso genuino, perché sappiamo che è il momento di trovare i veri valori della vita in una società sotto costante pressione dei vincoli materiali.